Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato la registrazione del marchio “Arzignano Capitale della Pelle”: un’ottima notizia per le aziende della filiera conciaria veneta che vedono riconosciuta l’importanza della loro attività.
Grande soddisfazione è stata espressa dal comune di Arzignano che ha promosso l’iniziativa: il vicesindaco e Assessore al Commercio Enrico Marcigaglia e il sindaco Alessia Bevilacqua commentano così la notizia: "Arzignano Capitale della Pelle è finalmente un marchio registrato, una proprietà esclusiva del Comune di Arzignano, dei suoi cittadini e delle sue aziende. In un mondo di elevata competizione, abbiamo ritenuto strategico proteggere la nostra eccellenza”.
Entusiasmo anche da parte del Distretto Veneto della Pelle, il consorzio nato nel 2009 per aggregare le realtà produttive dello storico “triangolo della pelle”, con ai vertici Arzignano, Chiampo e Montebello Vicentino, che ha per obiettivo la promozione dello sviluppo della filiera della pelle veneta.
Il nuovo marchio costituirà anche uno stimolo ulteriore ad accelerare nel percorso che il Distretto ha intrapreso verso la massima circolarità e la riduzione dell’impatto ambientale. La notizia è stata commentata così dal presidente del Distretto, Riccardo Boschetti: “Accogliamo con piacere la notizia ma anche con forte senso di responsabilità. Questa iniziativa ci stimola indubbiamente ad impegnarci ancor più, affinché questo Distretto possa essere riconosciuto sempre più come leader di settore, non solo per valori di produzione, ma anche per livelli d’eccellenza in ambito di: economia circolare, responsabilità sociale, alta formazione, tecnologia innovativa e sostenibilità ambientale.”
Il marchio “Arzignano Capitale della Pelle” è ora a disposizione gratuita delle aziende e del distretto per sviluppare assieme future valorizzazioni territoriali ed industriali.