ACLE, la fiera dell’area pelle di Shanghai è confermata nelle sue date originarie, esattamente dall’1 al 3 settembre 2020. L’annuncio arriva oggi dagli organizzatori che fanno notare come la manifestazione cinese sarà la prima fiera della pelle a svolgersi dopo la pandemia da Covid-19 e quindi rappresenta un’occasione molto importante per il rilancio del business di settore. Ma chi potrà partecipare alla manifestazione cinese date le restrizioni di viaggio tuttora in vigore in gran parte del mondo? La domanda è ancora in attesa di una risposta chiara ma gli organizzatori evidentemente confidano che nelle prossime settimane la situazione evolverà in modo positivo e che molte limitazioni agli spostamenti verranno a cadere.
Questa ACLE, edizione numero 23, si presenta come un’occasione importante per rilanciare l’attività sul mercato cinese dopo vari mesi di lockdown. I conciatori brasiliani di CICB e gli americani di LHCA hanno già manifestato il loro interesse a partecipare alla fiera sempre che sussistano le condizioni di viaggio. Come sempre l’intera catena di fornitura della pelle sarà rappresentata: dalle aziende chimiche come la portoghese Color e la tedesca Evonik che hanno confermato la propria presenza così come le concerie europee Bader, Italpelli, Italrettile e quelle cinesi come Henan Prosper, Xinji City Meihua Leathe, Jinan Luri Junda Leather.
Malgrado il contraccolpo economico del lockdown causato dalla pandemia, fanno notare ancora gli organizzatori, il FMI prevede ancora una crescita dell’economia globale dell’1,2% quest’anno, seguita da un rimbalzo fino al +9,2% del PIL per il 2021. L’allentamento delle misure di protezione e la fine del lockdown nei vari paesi – si legge nella nota – vedranno ripartire le vendite al dettaglio e si prevedono recuperi nel terzo e quarto trimestre dell’anno, in particolare in Cina dove già si assiste ad una sorta di revenge spending, ovvero ad un rimbalzo delle vendite.
“In Cina il business e la vita sono tornati alla normalità. Il mercato al dettaglio cinese sta vivendo una solida ripresa che si traduce in un aumento delle richieste di materie prime come pelli, prodotti chimici e macchinari” ha commentato Mr Li Yuzhong, presidente della China Leather Industry Association che organizza la fiera insieme ad APLF.
Come sempre ACLE sarà l’occasione per l’organizzazione di conferenze, seminari ed eventi moda.
Quanto alla sicurezza, gli organizzatori stanno lavorando a stretto contatto con il centro espositivo di Shanghai, per applicare tutte le misure di sicurezza necessarie, dai sistemi per lo screening della temperatura alla dotazione di mascherine, gel disinfettante e guanti monouso per visitatori ed espositori.