Risolvere i problemi e creare nuove soluzioni sempre più performanti è la missione di Kemas da sempre. “Sono sempre di più i brand che richiedono pellami senza contenuto di metalli concianti. Ecco perché, oltre alla classica pelle conciata al vegetale, abbiamo sviluppato una serie di processi chimici conciari atti allo sviluppo di articoli metal free” spiega Daniele Marinai alla guida dell’azienda toscana. Una microimpresa molto attenta alle esigenze del mercato e a tutto quello che gira intorno all’innovazione come dimostrano i 2 brevetti detenuti e i 7 marchi registrati.
“Ovviamente, oltre a rispettare i capitolati chimici, anche i pellami esenti da cromo devono avere tutte quelle caratteristiche fashion richieste dal mercato. Per poter realizzare le loro creazioni i brand hanno infatti bisogno di pellami in grado di riuscire a generare sensazioni che poi si trasformano in desiderio di acquisto”. Un altro grande problema da superare sono le resistenze chimico fisiche generali della pelle alla luce, calore, strappo, rottura del fiore e così via. Uno dei problemi più difficili da risolvere è la fermezza del fiore: a nessuno piacciono le pelli che fanno le pieghe quando dovrebbero rimanere lisce. Come spiega l’imprenditore toscano “Molte volte i pellami metal free sono caratterizzati da un fiore meno aderente con maggiori problemi di soffiature e da resistenze generali più basse”. Kemas ha risolto il problema con il suo brevetto internazionale di gommatura in botte (N°EP3041962), si parla esattamente di riconciare con determinati polimeri che vanno a posizionarsi all’interno delle fibre della pelle, compattandola. “Utilizzando i prodotti previsti nel processo di gommatura in botte possiamo impregnare la pelle totalmente e ottenere pellami e manufatti in pelle innovativi e tutelati da brevetto lungo tutta la catena di fornitura”.
Kemas invita i conciatori a visitare il proprio show-room, appena allestito nella sede di Santa Croce sull’Arno (Pisa), dove sarà possibile vedere e toccare con mano i campionari fra cui la sezione metal free e chrome free. Anche in maniera virtuale: “Abbiamo digitalizzato le nostre proposte che potremo presentare in via esclusiva e personalizzata anche a distanza. Su richiesta invieremo le coordinate e le password di accesso personali”.