Dal 18 al 20 settembre 2022 si svolgerà il Congresso europeo dedicato alle novità della chimica per la pelle la cui organizzazione è stata affidata ad AICC, Associazione Italiana dei Chimici del Cuoio. Parliamo naturalmente del “III IULTCS EuroCongress Vicenza 2022” per il quale è stato scelto un titolo che evoca una volontà di rinascita e ripartenza: “Rinascimento – The Next Leather Generation”. Dal punto di vista tecnico-scientifico il Congresso – che sarà ospitato presso il Teatro Palladio del Centro Congressi della fiera di Vicenza – punta ad accendere i riflettori su 4 grandi tematiche: sviluppo di prodotti chimici sempre più sostenibili e performanti, innovazione tecnologica di processo, nuove metodologie di analisi delle pelli e sostenibilità del settore, vista in un’ottica di riduzione degli scarti e valorizzazione dei sottoprodotti.
Per garantire la realizzazione di un evento di alto livello, AICC ha messo in piedi una poderosa macchina organizzativa. Ne parliamo con Valerio Nori, presidente della Commissione che si occupa di servizi e logistica, che annuncia obiettivi e sfide da vincere, sottolineando l’importanza di creare anche un ambiente favorevole alla socializzazione che tanto è mancata negli ultimi due anni.

Valerio Nori, presidente della Commissione Servizi e Logistica del Congresso

A che punto è la macchina organizzativa dell’Eurocongress?
“L’organizzazione è a buon punto, abbiamo completato un programma di massima e selezionato quasi tutte le location degli eventi sociali. Inoltre, il settore sta già rispondendo molto bene, al di sopra delle nostre più rosee aspettative: sono già arrivate le prime iscrizioni e le prime sponsorizzazioni”.

Come opera la Commissione logistica?
“La commissione logistica è composta da 13 membri che rappresentano le varie associazioni che co-organizzano l’evento. Mi riferisco a UNIC – Concerie Italiane, UNPAC (Unione dei produttori di ausiliari chimici), ASSOMAC (Associazione dei costruttori di macchine) e Distretto Veneto della Pelle, le principali associazioni della filiera con le quali AICC condivide le decisioni. Stiamo lavorando seguendo il timing che il comitato organizzatore ci ha indicato, il quale prevede che nella prima parte vengano scelte le strutture più importanti per lo svolgimento del congresso stesso (location, hotel e trasporti), e che nella seconda parte siano definiti i vari dettagli che dovranno rendere indimenticabile l’Eurocongress”.

Quali obiettivi vi siete posti?
“Il nostro obiettivo è quello di organizzare un congresso definito in ogni minimo dettaglio. Sicuramente riusciremo a garantire un ottimo livello tecnico, ma la nostra commissione è molto attenta ad assicurare un livello elevato anche alle attività di socializzazione. Dopo lo stop imposto negli ultimi due anni crediamo che le persone oggi abbiano un forte desiderio di recuperare il piacere dello stare assieme e noi vogliamo creare tutte le condizioni affinché ciò sia possibile”.

Quanti partecipanti vi aspettate?
“Puntiamo ad eguagliare i risultati degli ultimi eventi IULTCS che si sono svolti in Europa, quindi ci aspettiamo almeno 400 persone anche se stiamo selezionando location che all’occorrenza ci permettano di ospitarne anche di più”.

Cosa prevede il programma di eventi sociali?

“Nel pomeriggio di domenica verrà organizzata una visita guidata per le vie e le bellezze della città del Palladio. Il giro si concluderà al Teatro Olimpico dove alle 19:00 si terrà l’evento di apertura del congresso, ossia uno spettacolo musicale, per poi continuare con una cena a buffet. Proprio in queste settimane stiamo visitando alcune location che abbiamo individuato come possibili per la cena di gala del lunedì sera; una volta definita, procederemo con la definizione degli hotel dai quali garantiremo i servizi navetta da e per le varie sedi e location del congresso. Per l’ultimo giorno di congresso è previsto un tour nel distretto della pelle. Oltre alle concerie vorremmo coinvolgere in questo tour anche i depuratori, le aziende che producono macchine, gli ausiliari chimici e le aziende che recuperano gli scarti della produzione della pelle. Un’altra idea su cui stiamo lavorando è quella di creare un evento aperto a tutta la cittadinanza per poter comunicare il valore della pelle come materiale che rappresenta appieno i principi dell’economia circolare”.

N.B. La Call for Papers è aperta: chi desidera partecipare come relatore è invitato ad inviare un abstract ed una presentazione del proprio lavoro al Comitato Organizzatore raggiungibile al seguente linkwww.iultcs2022italy.org

Il Teatro Palladio presso il Centro Congressi della fiera di Vicenza ospiterà il III Eurocongress IULTCS 2022