Scan-Hide è un’azienda nata su iniziativa di un gruppo di allevatori e impianti di abbattimento danesi che nel 1991 hanno unito le forze per mettere in piedi una conceria a Vester Skerninge on Funen, nel centro-sud della Danimarca, una zona dove era attivo un distretto di produttori di mobili e dove già operavano anche alcune piccole concerie specializzate in pelli per arredamento.
L’attività è cresciuta rapidamente e oggi Scan-Hide si autodefinisce un ‘global market leader’ e ogni anno fornisce migliaia di pelli bovine wet-blue e wet-white di origine danese, svedese e tedesca alle migliori concerie di tutto il mondo.
Attualmente l’attività sviluppa un fatturato di circa 700 milioni di corone danesi (circa 93 milioni di euro) e dà lavoro a 135 persone in due impianti produttivi, uno ancora situato a Vester Skerninge in Danimarca ed un altro operativo a Falkenberg, in Svezia.
Il sistema sviluppato da Scan-Hide implica la completa tracciabilità di ogni singola pelle, a partire dalla nascita dell’animale fino al prodotto finito. Il suo motto è: from farm to sofa/shoe/bag (dall’allevamento al divano/scarpa/borsa).
“Oggi il consumatore chiede trasparenza e tracciabilità. Tutti noi vogliamo sapere cosa stiamo comprando: i valori di un prodotto, che sia un’automobile, una poltrona design o un accessorio moda, è anche nella sua storia. Noi di Scan-hide vogliamo aiutare i clienti a raccontare quella storia, parlando di origine delle materie prime, rispetto degli standard per il benessere animale, protezione ambientale e responsabilità sociale” spiega Claus Bay, head of Sales Global.
Come funziona il sistema di tracciabilità di Scan-Hide? Negli allevamenti con cui Scan-hide lavora ogni animale è identificato con un numero riportato su due cartellini, uno sull’orecchio sinistro (digitale) e uno su quello destro (analogico). Questo numero – riportato anche in un apposito registro presso il ministero dell’agricoltura danese – segue l’animale sin dalla nascita e implica il rispetto di un codice di condotta relativo al benessere animale.
Gli animali che arrivano agli impianti di abbattimento collegati a Scan-hide hanno quindi un numero univoco cui sono associate tutte le informazioni sull’animale, dal luogo di nascita al macello. Le pelli conservano questo numero fino in conceria dove esso viene acquisito digitalmente mediante scansione ed archiviato nel sistema completo di tutte le informazioni su ogni singola pelle. A questo punto, mediante un sistema di tecnologia laser, ogni pelle viene marchiata con un codice univoco. “Diversamente da altri sistemi di identificazione, questo marchio è resistente e rimane sulla pelle attraverso l’intero processo di concia e rifinizione fino al taglio finale. Con questo sistema, non solo permettiamo ai nostri clienti di tracciare l’origine di ogni pelle ma forniamo i fatti che servono a raccontare la storia al consumatore” concludono da Scan-Hide. Da segnalare che Scan-Hide ha ottenuto la Gold medal (il rating più elevato) 4 volte consecutive da LWG, come noto una certificazione di sostenibilità ambientale particolarmente complessa da ottenere.