JBS Couros ha diffuso i risultati dello studio di Life Cycle Assessment (LCA) effettuato sulla sua pelle sostenibile “Kind Leather” da una società specializzata italiana. Risultati che confermano l’elevato profilo di sostenibilità del suo processo produttivo lungo tutta la catena di fornitura. Lo studio è stato commissionato dal colosso brasiliano in partnership con Asiatan, conceria basata in Cina, molto impegnata sui temi della sostenibilità e promotrice di progetti di solidarietà verso la comunità locale.
Il concetto innovativo alla base della produzione di Kind Leather, annunciato per la prima volta nel 2019, prevede una radicale revisione del processo di lavorazione tradizionale, a partire da un più efficiente sistema di taglio della pelle grezza che – eliminando le parti periferiche – consente di risparmiare energia, acqua e prodotti chimici, producendo meno scarti. “Aver modificato il tradizionale sistema di preparazione della pelle – sfidando le consuetudini più radicate – risulta essere il modo corretto per minimizzare l’impatto ambientale del processo conciario” spiegano dal colosso brasiliano. Da notare anche che le parti di pelle eliminate all’inizio del processo vengono indirizzate e valorizzate in altri settori produttivi, dal farmaceutico all’alimentare, contribuendo anche così a ridurre l’impatto ambientale in un’ottica di economia circolare.
Effettuato su pelli destinate a calzature sportive, lo studio comparativo ha dimostrato che la tecnica di produzione di Kind Leather è più sostenibile di quella tradizionale. La valutazione del ciclo di vita ha preso in considerazione tutte le fasi di lavorazione. Per stabilire i confronti sulla stessa base tecnica e metodologica, l'analisi ha incluso il metodo di produzione tradizionale di Asiatan, che non aveva ancora introdotto ottimizzazioni per l'utilizzo delle risorse naturali e utilizzava come materia prima pelli intere wet blue. I risultati hanno dimostrato che la metodologia proposta dal concept Kind Leather – che ridisegna le fasi iniziali del processo, spaccando anche la pelle prima della concia e riducendo l'uso di prodotti chimici – è senz’altro più efficiente dal punto di vista ambientale.
Lo studio LCA di Kind Leather è fra l’altro il primo nel settore ad utilizzare i dati primari di allevatori e confezionatori di carne, diventando così uno degli studi più approfonditi mai realizzati finora nell’industria conciaria. “Nella maggior parte dei casi, questi studi utilizzano valori predefiniti per riflettere l'allocazione dell'impronta ambientale dalla fattoria alla pelle, valori che sono di gran lunga meno precisi quando descrivono il reale impatto del prodotto. Questa differenza è particolarmente importante poiché la fase di allevamento del bestiame rappresenta una quota considerevole dell'impronta totale. Utilizzando dati primari e verificabili, è stato possibile utilizzare fattori di allocazione precisi per la pelle”, spiega Guilherme Motta, CEO di JBS Couros.
La metodologia è stata sviluppata e applicata da un’azienda italiana specializzata in studi LCA nella filiera della pelle. Il modello sviluppato da JBS si è basato totalmente sulla valutazione analitica dei processi produttivi, tenendo conto di oltre 10.000 dati aggregati in 220 variabili, che rappresentano il contributo a otto diverse categorie di impatto.
“Abbiamo studiato e lavorato molto negli ultimi anni per migliorare la gestione della nostra piattaforma di sostenibilità. La fase successiva consisterà nell'effettuare ottimizzazioni di processo basate su questo studio per implementare soluzioni sempre più efficienti nel nostro sistema produttivo” ha aggiunto Motta.
Lo studio su Kind Leather fa parte della più ampia pianificazione strategica della sostenibilità dell'azienda e implica l'adozione di un approccio scientifico per minimizzare in modo esponenziale l'impronta ambientale della produzione di pelle. Inoltre, Kind Leather è conforme alla ISO 14040 e si basa sulle più aggiornate regole di categoria dei prodotti (o PCR).

CHI E’ JBS COUROS
JBS Couros, divisione conciaria del colosso brasiliano dell’industria alimentare JBS, è oggi la più grande industria di lavorazione della pelle al mondo con 21 unità di produzione, tre unità di taglio, cinque centri di distribuzione, tre showroom e quattro uffici vendita in quattro continenti. Circa 7.000 i collaboratori.

Lo schema evidenzia la differenza di consumi  e scarti nella produzione di Kind Leather rispetto ad una tradizionale pelle per calzature sportive
Solo la parte nobile della pelle grezza  viene utilizzata nel processo produttivo di  Kind Leather. Gli scarti vengono valorizzati in altri settori