Con il feedback positivo degli studi di Life Cycle Assessment (LCA) già condotti, Kind Leather, ad oggi riconosciuta come la pelle con il minor impatto ambientale al mondo, rafforza il suo impegno per neutralizzare le emissioni di anidride carbonica e commissiona 32 nuovi LCA sulla sua articolistica. Questi studi, avviati in collaborazione con l'azienda Spin 360, coprono quattro Paesi e interessano 11 articoli di segmenti applicativi diversi: calzature, arredamento e automotive.
Sono 11 gli articoli oggetto dei nuovi studi che valuteranno ogni aspetto del ciclo di vita della pelle, a partire dalla fase di allevamento fino alla pelle finita, per identificare possibili miglioramenti o attestarne la conformità agli indicatori di sostenibilità nelle fasi di materia prima, pre-lavorazione e produzione. In queste fasi vengono considerati tra gli altri i seguenti aspetti: allocazione dell'impatto del bestiame, impatto di ciascun prodotto chimico, utilizzo di sottoprodotti. Tutto ciò per ottenere dati utili che verranno utilizzati per indirizzare nuovi investimenti in ricerca, innovazioni e tecnologie finalizzate a iniziative sostenibili.
Kind Leather rappresenta un nuovo concetto produttivo che garantisce una filiera produttiva più sostenibile e trasparente. Il brand crede che investire nella ricerca e nell'analisi dei dati sulle prestazioni ambientali sia il modo per far evolvere la pelle, aggiungendo credibilità e trasparenza, rispondendo alle domande sul proprio impegno per l'ambiente. I risultati dei diversi articoli forniscono informazioni che aiutano a identificare le pratiche da implementare per migliorare gli indicatori di prestazione ambientale. Questo progetto rientra nella strategia di riduzione delle emissioni di anidride carbonica nella produzione di Kind Leather che si è data l'obiettivo di diventare Net Zero (ovvero di raggiungere la neutralità di CO2) entro il 2040.

“Il nostro obiettivo è quello di essere un punto di riferimento nella produzione sostenibile, riducendo le emissioni di gas serra secondo indicatori e standard scientifici internazionali. Siamo ovviamente consapevoli che questa è una strada lunga che richiede tempo, risorse e un cambiamento culturale aziendale che permetta di farsi le domande giuste e darsi le risposte corrette" spiega Kim Sena, Global Sustainability Manager di JBS Couros.
Recentemente gli studi LCA condotti da Kind Leather sono stati sottoposti all'esame del Higg Materials Sustainability Index (Higg Index), la piattaforma globale che mette a confronto vari materiali utilizzati nell'industria della moda come cotone, pelle, plastica, tessuti, metalli e gomma. L'indice Higg ha analizzato gli studi del ciclo di vita di Kind Leather e verificato che il suo processo produttivo ha un impatto minore sull'ambiente rispetto ai materiali alternativi. Inoltre, il suo punteggio di sostenibilità risulta in linea con molti altri materiali naturali o sintetici, riposizionando la pelle ad un livello più competitivo.
Per ulteriori informazioni visitare kindleather.com e seguire @Kindleather