Leather Naturally esprime preoccupazione per l'affermazione di Volvo, in particolare per quanto riguarda la ricerca di un'alternativa alla pelle di alta qualità, sostenibile e riciclata a base biologica.
Le pelli provengono da animali allevati per ragioni alimentari. In tutto il mondo, gli agricoltori non allevano bovini per la produzione di pelle; le pelli sono un sottoprodotto della produzione di carne e latticini. Se non vengono riciclate per la pelle, le pelli diventano rifiuti e c'è un rischio potenziale significativo che l'annuncio di Volvo porti a generare più rifiuti. Leather Natural esorta Volvo a riconsiderare con urgenza la questione.
La pelle è un materiale a base biologica e biodegradabile, versatile, duraturo ed è sostenibile in quanto utilizza materie prime rinnovabili provenienti dall'industria alimentare. In una società circolare, incentrata sullo scarto zero, abbiamo il dovere etico di utilizzare ogni sottoprodotto. E quale miglior uso di un sottoprodotto alimentare, che trasformarlo in un materiale nobile e bello?
L'industria conciaria è rispettosa dell'ambiente e importante per le economie di tutto il mondo, dove la concia e le industrie associate sono elementi vitali nella creazione di mezzi di sussistenza che hanno aiutato e continuano ad aiutare milioni di persone a uscire dalla povertà.
Se Volvo è seriamente intenzionata a specificare materiali a base biologica sostenibili e riciclati, non dovrebbe guardare oltre l'articolo originale: "PELLE"
Inoltre, Volvo ha affermato che "Si stima che il bestiame sia responsabile di circa il 14% delle emissioni globali di gas serra dovute all'attività umana, la maggior parte proveniente dall'allevamento".
L'affermazione di cui sopra è fuorviante e dimostra una mancanza di comprensione del ciclo del metano. Le mucche emettono metano, un forte gas serra. Ma questo metano fa parte di un ciclo naturale del carbonio, in cui il metano si scompone in CO2 e acqua dopo circa 12 anni. L'erba assorbe quindi la CO2 attraverso la fotosintesi, le mucche mangiano l'erba e il ciclo continua. Al contrario, la CO2 prodotta dalla combustione di combustibili fossili rimane nell'atmosfera potenzialmente per 1.000 anni.
Inoltre, stanno diminuendo le emissioni di metano dell'agricoltura moderna. In alcuni paesi l'industria della carne bovina ha più che dimezzato le emissioni di gas serra dal 2005. Con investimenti in pratiche innovative di riduzione delle emissioni come l'agricoltura rigenerativa e tecnologie che stanno diventando una pratica comune, l'industria della carne mira a diventare carbon neutral entro il 2030 e potrebbe essere un’importante chiave per risolvere la crisi climatica.
Per tutti questi motivi, Leather Naturally esorta Volvo a riconsiderare le proprie posizioni nei confronti della pelle, un materiale moderno, versatile e nobile che fa parte della soluzione alle drammatiche sfide di sostenibilità che il mondo sta affrontando.

a cura di Leather Naturally