Insieme alla pelletteria, l’arredamento è uno dei segmenti di mercato seguiti con grande attenzione da M.P.G. Industria Conciaria, azienda toscana specializzata nella lavorazione di pelli bovine conciate al vegetale. “Per noi questo è un settore in crescita che diventa ogni anno più importante – ci racconta l’imprenditrice Sabrina Giardi – Le nostre pelli vengono selezionate dai migliori brand dell’arredo made in Italy per realizzare divani, sedie, tavoli, rivestimenti per armadi, porte, maniglie, anche per interni di barche e yacht”.

Fin dal 1963 la forza della tradizione e la creatività contraddistinguono l’attività di questa conceria situata a Castelfranco di sotto (Pisa), nel comprensorio del cuoio toscano, che porta avanti un tipo di lavorazione antico e rispettoso dell’ambiente che impiega solo tannini di origine vegetale.

Il successo della “vacchetta” – come abitualmente viene chiamata la classica bovina al vegetale – nel settore dell’arredamento trova spiegazione nelle peculiari caratteristiche di queste pelli che presentano un aspetto molto naturale, durano a lungo e che nel tempo assumono un effetto vissuto di grande fascino. L’evoluzione delle tecniche di lavorazione, inoltre, fa sì che oggi la pelle al vegetale possa assumere aspetti anche molto diversi da quello classico grazie a nuove rifinizioni che donano alla pelle effetti moda estremamente interessanti come i laminati e i metallizzati.