Sull’onda del successo della prima edizione che vide la partecipazione di oltre 300 delegati e trenta relatori di altissimo livello, si annuncia degno della massima attenzione anche il 2° Sustainable Leather Forum, programmato a Parigi per il prossimo 14 settembre, vigilia di Première Vision Leather. Regista dell’evento è sempre Yves Morin, grande esperto di tecnologia e responsabilità sociale grazie ad una lunga esperienza a capo del CTC, il centro di ricerca della pelle francese, che lo scorso anno in qualità di presidente del comitato organizzatore mise in piedi un convegno di prim’ordine coinvolgendo le più grandi griffe di moda francesi, istituzioni francesi ed europee, insieme a ricercatori, conciatori, trader di pelli, produttori di calzature, pelletteria e distributori. Tutti accomunati nello sforzo di fare del settore moda e pelle un esempio di produzione etica e rispettosa dell’ambiente.
Ancora una volta l’obiettivo è quello di incoraggiare la condivisione delle esperienze e degli sforzi del settore in tema di Responsabilità sociale, come spiega Yves Morin. E’ importante spiegare chiaramente cosa un’azienda debba fare per essere davvero sostenibile, mostrando le best practices dei top player del settore e gli strumenti già disponibili. Oltre ad esperti di tutte le tematiche legate alla sostenibilità, al Forum è prevista la presenza di esponenti di svariate griffe della moda che riferiranno delle loro esperienze sull’argomento.
Il forum 2020 si articolerà in cinque sessioni: pelle e chimica dei prodotti finiti; innovazione e best practices europee sulle pelli grezze; economia circolare nei settore calzature e pelletteria, etichette e responsabilità sociale; formazione, attrattività territoriale, le sfide della CSR per il settore e pelletteria.
Il convegno è come sempre organizzato da Conseil National du Cuir, la federazione che riunisce 19 fra associazioni industriali e sindacati francesi legati alla filiera della pelle in rappresentanza di circa 8.000 aziende e 70mila addetti, e sponsorizzato da Première Vision Paris, APLF e Groupe Sic.

Un’immagine del Sustainabile Leather Forum  dello scorso anno