L’obiettivo di questo progetto è stato quello di sostituire gli attuali sistemi concianti con sistemi più facilmente biodegradabili e meno impattanti, per sviluppare nuovi tipi di pellami per l’industria creativa della moda per abbigliamento, pelletteria e calzatura, e per arredamento e carrozzeria auto.
Al progetto hanno lavorato i partner Corichem Srl, Conceria Laba Srl e Conceria Tolio Spa con il supporto dell'Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Scienze Chimiche, ed è ispirato ai principi di sostenibilità ambientale.
Il lavoro si è concentrato sullo studio e sviluppo di un nuovo conciante derivante dalla funzionalizzazione del grafene in modo da renderlo capace di legarsi al collagene e di collegare tra di loro le fibre della pelle, senza utilizzare metalli pesanti, quali il cromo e l’alluminio, e concianti organici nocivi e pericolosi, quali la glutaraldeide e le triazine.
Il derivato grafenico così ottenuto è stato sperimentato sulle pelli con prove di concia, riconcia e rifinizione.
I risultati finora ottenuti sono promettenti. Si è dimostrato il notevole potere conciante del grafene funzionalizzato da noi prodotto, ma si è anche constatato che è ancora necessario un ulteriore affinamento del lavoro di concia per farlo penetrare più in sezione e quindi migliorare le caratteristiche chimico-fisiche e merceologiche delle pelli finite prima che il nuovo sistema possa essere immesso nel mercato.