Il  prossimo 15 luglio a Santa Croce sull’Arno (Pisa) si svolgerà PROSSIMAPELLE, primo appuntamento post pandemia della filiera pelle, fondamentale per riallacciare i legami con il mercato, visionare le tendenze moda AW 21/22 e creare nuove opportunità di business. La manifestazione organizzata da UNPAC come momento di confronto sostanziale tra tecnici e conciatori per la verifica di anticipazioni e innovazioni, sarà ospitata come al solito al Museo della Conceria per la presentazione delle proposte sviluppate dalle aziende chimiche e delle tecnologie di ultima generazione per la realizzazione di pellami sostenibili.  Una ventina gli espositori previsti.

Per amplificare le opportunità di contatto e affrontare in modo costruttivo la stagnante domanda di mercato, gli organizzatori della manifestazione hanno peraltro elaborato una strategia diversificata che punta ad amplificare l’evento fisico trasformandolo in un’esperienza digitale di più ampia portata.

Le aziende espositrici avranno un contatto diretto con l’industria conciaria ben oltre il momento fisico dell’esperienza al Museo, amplificando il concetto spazio/temporale dell’evento grazie alla presenza sul Web, naturale evoluzione di PROSSIMAPELLE da evento fisico a networking Digitale, divenendo protagonista del cambiamento per affermarsi come modello di innovazione spiega UNPAC in una nota.

Più in dettaglio: “Attraverso i social e con canali diretti, il visitatore potrà assistere a dimostrazioni live delle proposte realizzate, fondendo i concetti visivi e sensoriali attraverso una realtà aumentata, per un’esperienza coinvolgente, intima ed immersiva. Compratori e professionisti avranno così l’opportunità di interagire in un ambiente virtuale per creare nuove opportunità di business, grazie ad una aumentata percezione del valore delle aziende espositrici, creative ed innovative”.

PROSSIMAPELLE interpreta così l’anima artistica della materia per far visualizzare l’arte del saper fare, trasformandosi in una Mostra d’Arte, materica e visionaria, proiettata nell’era digitale.

MATERICA, perché il tecnico di conceria e il conciatore possono valutare gli articoli di tendenza e con alto contenuto tecnologico, calendarizzando l’appuntamento d’ingresso anche tramite l’APP PROSSIMAPELLE.

VISIONARIA, perché la nuova dimensione dell’evento si sviluppa anche nel digitale, con filmati che riprendono le pelli esposte al Museo e le nuove tecnologie, e proietta l’evento al di fuori del confine fisico.

DIGITAL, perchè obiettivo strategico è la spinta verso la partecipazione digitale all’evento, in quanto la presentazione avviene sul nostro canale Youtube e attraverso i social dell’evento.

Il format scelto – spiegano da UNPAC – è simile a quello utilizzato dalle piattaforme televisive per le serie TV, con un teaser che riprende la presentazione delle tendenze con la regia di Arianna Mereu, e successivamente gli episodi della serie, con 5 minuti video dedicati ad ogni azienda, dove, con un mix tra riprese filmate e tracce vocali, vengono spiegate all’utente il mood e gli aspetti tecnologici dei pellami realizzati, così come sono proposte tecnologie meccaniche e di servizi.