L’imprenditore italiano passa alla guida dell’organismo che rappresenta l’industria conciaria internazionale

Il conciatore italiano Rino Mastrotto è stato eletto alla presidenza dell’International Council of Tanners, l’organismo che rappresenta l’industria conciaria mondiale. In occasione dell’assemblea annuale ICT, svoltasi a Hong Kong il 30 marzo scorso, l’imprenditore vicentino, 67 anni, che già ricopre la carica di presidente dei conciatori italiani (UNIC) e di quelli europei (Cotance), si è detto orgoglioso di coronare la propria carriera con un incarico internazionale così prestigioso.
L’ICT, che ha sede a Northampton (Gran Bretagna) riunisce le associazioni conciarie di 36 Paesi tra cui Italia, Usa, Brasile, Turchia, Cina e Sudafrica. Il programma di lavoro indicato dal neo-presidente, che succede al brasiliano Wolfgang Goerlich, ruota attorno a 4 temi principali: promuovere il consumo di carni rosse, rivedere le guidelines internazionali per l’acquisto di pelli grezze, migliorare la qualità del grezzo esercitando più controlli sulle origini ed intraprendere azioni per contrastare il protezionismo.

no images were found