Tutto pronto per Simac Tanning Tech, il salone internazionale delle macchine e delle tecnologie per le industrie calzaturiera, pellettiera e conciaria, che si terrà a FieraMilano Rho dal 22 al 24 settembre 2021 come sempre a fianco di Lineapelle. A dispetto delle incertezze legate al perdurare dell’emergenza sanitaria e del suo possibile impatto sull’affluenza internazionale, sono oltre 200 gli espositori che hanno scelto di essere presenti e di portare le loro ultime innovazioni su un’area espositiva complessiva di 9.000 metri quadri. Una fiera dalle dimensioni più contenute rispetto all’edizione 2020, certamente, ma non per questo meno importante grazie alla presenza delle maggiori aziende del settore, tutte unite dalla volontà di tornare ad incontrare la clientela in presenza e di dare un segnale di slancio e ripartenza all’intero settore. Settore, quello delle macchine per la lavorazione delle pelli in particolare, che negli ultimi sei mesi ha dato segnali positivi con la ripresa degli ordinativi da parte delle concerie che ha rimesso in moto la produzione meccanica.
Quanto ai contenuti della fiera, come annunciato dalla presidente di Assomac Maria Vittoria Brustia, questo Simac Tanning Tech “sarà una manifestazione fieristica che guarda al futuro, sia per tematiche che per nuovi strumenti: il trend sempre più centrale della sostenibilità, legato a doppio filo alla tecnologia Industry 4.0. Un connubio vincente che si ritroverà in tutte le soluzioni degli espositori, in una fiera che offrirà strumenti per processi produttivi dove saranno protagonisti la collaborazione digitale di alto livello e il contenimento dell’impatto ambientale”.
Oltre alle tecnologie in mostra, ad arricchire di contenuti la manifestazione contribuiranno anche gli Assomac Talks, tre tavole rotonde digitali (l’appuntamento è presso il Pad. 18 alle ore 12.00 di ogni giorno), durante le quali esperti dell’industria della moda racconteranno le prossime frontiere di innovazione e trasferimento tecnologico. Ad animare le ‘chiacchierate’ all’insegna dell’innovazione tecnologica sono stati chiamati i principali Centri Tecnologici e di Ricerca del settore, tra gli altri SATRA (Regno Unito), CIATEC (Messico), INESCOP (Spagna), CTCP (Portogallo), LEFASO (Vietnam) e IPFTC (Pakistan).
La prima tavola rotonda è dedicata al tema “Fashion & technology”. Si parlerà dell’integrazione fra innovazione di prodotto e innovazione tecnologica e di come la tecnologia stia ampliando le possibilità dei creativi, supportandoli con nuove soluzioni.
La seconda parlerà di “Sustainability & Measuring” e vedrà la partecipazione fra gli altri di esperti di CIMAC, Centro Italiano Materiali di Applicazione Calzaturiera (Italia), CLIA, China Leather Industry Association (China) e ICEC, Istituto di Certificazione della Qualità per l'Industria Conciaria (Italia). La scelta dell’argomento parte dalla consapevolezza della necessità di trovare e adottare processi di misurazione della sostenibilità che siano oggettivi e riconosciuti internazionalmente: stabilire il livello di sostenibilità permette di riconoscere la sostenibilità non come un punto di arrivo ma come un processo progressivo, sia da parte delle aziende, sia da parte dei consumatori.
La terza tavola rotonda è intitolata “ITA Service Technology Center Ecosystem” e affronterà il tema della promozione del settore, del ruolo dell’Agenzia ITA/ICE e del modello di business alternativo capace di creare relazioni a lungo termine avviato da Assomac in molti paesi in via di sviluppo, un modello che poggia sul supporto dei Centri tecnologici che diventano hub di cooperazione fra aziende italiane e produttori locali.

 

Stand collettivo per UNPAC

Nell’ottica di sostenere l’impegno e gli sforzi che Assomac ha profuso per promuovere la visibilità di Tanning Tech, l’associazione italiana dei produttori di ausiliari chimici UNPAC sarà presente con uno stand di rappresentanza al Pad. 18, stand E01 – F02, dove sarà installato un videowall per trasmettere filmati promozionali delle aziende associate.

Il layout di Simac Tanning Tech 2021