Negli ultimi decenni la concia al cromo è stata la tipologia di concia più comune e dominante, anche perché molto più veloce in confronto a quella al vegetale. Ma con il tema della sostenibilità ormai diventato una priorità per il settore, gli svantaggi ambientali della concia al cromo stanno diventando sempre più difficili da trascurare. In linea con il suo impegno per una chimica responsabile, Stahl offre al settore un sistema di concia metal-free che consente ai conciatori di produrre pelle di alta qualità in modo più sostenibile: Stahl EasyWhite Tan®.

Pelli eccezionali
Stahl EasyWhite Tan® permette ai conciatori di produrre pelli della massima qualità. In particolare, la pelle conciata con Stahl EasyWhite Tan® è morbida e liscia, pur rimanendo dimensionalmente e termicamente stabile. Le fibre di collagene vengono meno stressate durante il processo di concia poiché non si effettua il pickle. Ciò si traduce in una grana del fiore più stretta, minore soffiatura e ridotta visibilità delle vene. Inoltre, le fibre più resistenti rendono la pelle più durevole, resistente agli strappi e versatile. Il risultato sono pelli di alta qualità più sottili e leggere che mai.

Minor impatto ambientale
Questo tipo di concia ha un impatto ambientale notevolmente migliorato. Ad esempio, Stahl EasyWhite Tan® consente ai conciatori di ridurre il contenuto di sale delle acque reflue di almeno l'80%. Inoltre, utilizzando un sistema di concia senza metalli, i conciatori possono ridurre di un terzo l'utilizzo di sostanze chimiche. Infine, anche il consumo di acqua può essere dimezzato: nella concia al cromo convenzionale sono necessari circa 12.000 litri di acqua per la produzione di 1.000 pelli. Invece con Stahl EasyWhite Tan® sono sufficienti 6.000 litri di acqua.

Maggiore efficienza del processo
Oltre a ridurre l'impatto ambientale senza compromettere la qualità della pelle, Stahl EasyWhite Tan® offre anche ai conciatori l'opportunità di ridurre i tempi del processo di concia. Nello specifico, non sono più necessarie le fasi di pickle e di basificazione richieste nella concia al cromo, consentendo un risparmio di tempo di circa sette ore. In questo modo diminuiscono i tempi di lavorazione complessivi e di conseguenza anche il rischio di errori.