Nuovo colpaccio per TFL. Dopo l’acquisizione della divisione conciaria di Lanxess dello scorso agosto, un’altra operazione conferma il grande dinamismo del colosso chimico. Lo scorso 3 novembre TFL ITALIA spa ha infatti annunciato di aver completato l’acquisizione di Industria Chimica Fine (ICF). TFL aveva già preso in affitto gli asset aziendali di ICF negli ultimi due anni mentre le parti lavoravano dietro le quinte per negoziare l'operazione di acquisto. Durante questo periodo, TFL ha gestito l'attività di ICF, compreso lo stabilimento di produzione di Medicina, in Italia, per aumentare la sua produzione di ingrassi e chimici intermedi per concerie e non solo. Di conseguenza, il trasferimento dell'attività ai sensi del contratto di acquisto sarà privo di conseguenze per dipendenti, clienti e fornitori.
TFL utilizzerà la maggiore capacità per integrare la produzione delle sue strutture esistenti in Francia, India, Cina e Brasile in particolare per rifornire la domanda crescente di ingrassi innovativi per pelli destinate ad auto, mobili e calzature oltre ad applicazioni non in pelle.
Brian Watson, Chief Operating Officer di TFL, commenta: “Negli ultimi due anni abbiamo lavorato a stretto contatto con Andrea Tarricone di ICF e l'eccellente team che gestisce la struttura di Medicina e siamo molto lieti di aver completato l'acquisto degli asset”. Combinare i punti di forza tecnici e produttivi di ICF con i prodotti TFL e la portata del marketing globale fornisce una soluzione vincente per i nostri clienti. Siamo inoltre lieti che Andrea Tarricone, che ha guidato lo sviluppo del business e della capacità produttiva di ICF, si unirà a noi in TFL per supportare la crescita futura della nostra attività”.