La conformità dei prodotti chimici e la loro produzione responsabile hanno la priorità più alta all'interno del Gruppo TFL. Già ad agosto 2020, TFL ha completato la certificazione ZDHC al livello 1 per oltre 1070 prodotti di vendita. Questi prodotti non rappresentano solo una gamma selezionata, ma tutti quelli attivamente promossi da TFL, sia nel portafoglio globale che in quelli locali. “Il nostro livello 1 esistente dimostra la capacità di TFL di assicurare che non ci sia alcun uso intenzionale delle sostanze limitate elencate nella lista MRLS di ZDHC all'interno dei propri prodotti” spiega l’azienda.
Il nuovo livello 3 di certificazione, tuttavia, è molto più comprensivo e convalida i processi di TFL in tutti i principali aspetti di una manifattura chimica sostenibile, quali: controllo di gestione, pratiche amministrative relative al prodotto, selezione e valutazione delle materie prime, produzione chimica nel rispetto dell'EHS (ambiente, salute, sicurezza) e comunicazione i clienti e ai brand di informazioni rilevanti ai fini della sicurezza.
TFL è molto orgogliosa che tutti i propri maggiori siti produttivi in Francia, Italia, Brasile e India abbiano superato con successo gli audit alla prima verifica. Questo successo rappresenta una importante pietra angolare per la strategia globale di TFL rispetto alla conformità dei prodotti e sottolinea i significativi investimenti che l'azienda ha fatto negli anni scorsi nello sviluppo dei prodotti, nella loro produzione, nell'analisi e nella registrazione.
Raggiungere il massimo livello 3 di certificazione ZDHC è un forte riconoscimento dell'impegno di TFL teso a fornire i più elevati livelli di sicurezza e sostenibilità del prodotto nel nostro settore industriale. TFL crede fortemente che la produzione di pelle naturale avrà un grande futuro, se tutti nella filiera di approvvigionamento continueranno a lavorare attivamente verso l'obiettivo comune di una "manifattura sostenibile".
“Riconosciamo, tuttavia, che raggiungere il livello 3 di ZDHC è solo un passo del nostro cammino. L'attenzione alla sostenibilità da parte dei consumatori e alla sicurezza chimica da parte dei regolatori continuerà a crescere. Al di là dei meri aspetti di sicurezza, criteri come il ciclo di fine vita, la biodegradabilità e l'uso di materiali rinnovabili giocheranno un ruolo sempre maggiore” concludono da TFL.