Sono stati presentati ieri nel corso di una conferenza stampa via web  i due prossimi grandi eventi internazionali della pelle e della chimica conciaria: il 5° World Leather Congress e il XXXVI IULTCS Congress, entrambi in programma ad Addis Abeba, capitale dell’Etiopia, all’inizio del prossimo novembre. Come già anticipato, gli eventi si svolgeranno in formula ibrida, ovvero saranno sia in presenza che in modalità digitale in modo da massimizzare la partecipazione. Si comincerà con il Congresso mondiale dei conciatori programmato il 1° novembre con il titolo: “Leather a gift of nature” e si proseguirà dal 3 al 5 con il Congresso dei chimici del cuoio che svilupperà il tema “Greener the Leather Value Chain” ovvero come rendere più verde la catena di fornitura della pelle. Entrambi si svolgeranno presso lo Skylight Hotel (nella foto), un albergo di lusso situato vicino all’aeroporto, dotato di infrastrutture e connessione internet adeguate. “I preparativi del Congresso IULTCS sono in fase avanzata – ha spiegato il Prof. Mekonnen Hailemariam di ALLPI, l’istituto intergovernativo africano della pelle preposto all’organizzazione – Stiamo lavorando per riuscire ad organizzare un evento di alto livello e ci aspettiamo la partecipazione fisica o virtuale di 300/400 delegati”. Rispetto all’attuale situazione pandemica in Etiopia, pur ammettendo che tutto può cambiare da qui a novembre, il professore ha detto che al momento nel paese africano l’epidemia da Covid-19 è sotto controllo con meno di cento nuovi casi registrati al giorno. In questo momento l’Etiopia non è soggetta a restrizioni e chi arriva non deve sottoporsi a quarantena.
Nel corso della conferenza, il presidente delle IULTCS Luis Zugno ha ribadito l’importanza di partecipare all’evento di Addis Abeba che, anche se sarà diverso dai Congressi precedenti, sarà comunque un momento importante per tutto il settore. “C’è tanta voglia di ripartire e di rivedersi in un modo o nell’altro. L’industria della pelle sta affrontando tante sfide su cui è necessario confrontarsi”. Christine Lascombe, che ha coordinato la conferenza stampa, ha suggerito di cominciare a registrarsi per partecipare in via virtuale ed eventualmente modificare la propria iscrizione per partecipare fisicamente all’evento più avanti, se la situazione sanitaria lo consentirà. Per superare i problemi legati ai fusi orari, le relazioni saranno disponibili anche in download per i delegati virtuali.

Un momento della conferenza stampa via web del 15 luglio 2021