Produrre con un basso impatto ambientale è la grande sfida dei nostri giorni che richiede di ridurre i consumi di energia e la produzione di rifiuti, così come di favorire il riciclo e il riutilizzo dei prodotti ed avere una strategia per il fine vita degli stessi. Anche l’industria conciaria si sta quindi spostando sempre di più verso l'impiego di soluzioni esenti da metalli e da sostanze di origine petrolchimica in modo da rispondere alla crescente esigenza del mercato di beni di consumo sostenibili.

TECNOLOGIA WHITE LINE

La maggior parte delle pelli metal-free oggi sono pre-conciate con SELLATAN® WL-G Liq, sebbene la glutardialdeide (GA) sia considerata una sostanza chimica pericolosa, può essere maneggiata in modo sicuro per eliminare i rischi per i lavoratori, i consumatori e l’ambiente.
La pre-concia TFL a base di SELLATAN® WL-G Liq è la chimica di concia priva di metalli più efficiente per trasformare il collagene in pelle. Piccole quantità di circa 0,75% GA 100% sono sufficienti per ottenere un effetto conciante significativo dopo la basificazione a pH 4,5 con una temperatura di contrazione tipica di circa 72 ° C. A causa della formazione di legami covalenti, la reazione conciante è irreversibile e la natura polimerica dell'agente conciante polimerizzato spiega l'effetto ammorbidente e riempitivo della concia con glutaraldeide.
La produzione di pelle implica sostanze chimiche e queste sostanze chimiche sono sottoposte a controlli continui e sempre crescenti riguardo al loro profilo ecologico e tossicologico. Lo stesso vale per il prodotto finale di questa lavorazione chimica, la pelle.
Un vantaggio della concia GA è che forma un legame organico. La pelle risultante può essere compostata e, a differenza della pelle conciata al cromo, non ci sono problemi se viene incenerita. D'altra parte, la GA come sostanza chimica è spesso guardata con una certa diffidenza dai conciatori. Dopotutto, è un'aldeide e altre aldeidi come la formaldeide sono classificate come sostanze “CMR” (cancerogene, mutagene, tossiche per la riproduzione). Ma il potenziale di rischio delle aldeidi non può essere generalizzato. Al contrario, ogni sostanza deve essere valutata individualmente e devono essere considerati anche il tipo di esposizione e il dosaggio.
Concentrandosi sulla GA, il primo fatto che deve essere sottolineato è che non è classificato come cancerogeno o come sostanza mutagena o tossica per la riproduzione in vivo. Ciò dimostra che la GA non deve essere paragonata alla formaldeide per quanto riguarda il suo potenziale di rischio.
Il processo di produzione della pelle coinvolge molte sostanze chimiche che devono essere maneggiate con adeguate precauzioni a causa delle loro proprietà irritanti o tossiche. Le concerie devono sapere come maneggiare sostanze come l'acido formico o anche il solfuro di sodio. Qualsiasi conceria che lavora in condizioni adeguate è quindi in grado di adottare le misure necessarie per affrontare la natura irritante e corrosiva dell'AG. Le proprietà sensibilizzanti della sostanza si riflettono in limiti di esposizione professionale piuttosto bassi, che variano da paese a paese. In generale, le concerie potranno rispettare questi limiti, soprattutto se il dosaggio avviene in automatico.
Durante l'applicazione a pH = 3, la concentrazione di SELLATAN® WL-G Liq nel bagno si riduce rapidamente, sebbene la reattività di SELLATAN® WL-G Liq verso il collagene sia ancora relativamente limitata. Il successivo aumento del bagno – pH a 4,5 provoca un esaurimento di SELLATAN® WL-G Liq fino al 99%.
L'utente finale dell'articolo in pelle sarà ovviamente principalmente interessato alle quantità residue di GA nell'articolo in pelle. Poiché la concentrazione di GA nel crust è trascurabile, non sorprende che un test clinico epidermico su esseri umani sia giunto alla conclusione che "La pelle priva di cromo è un materiale delicato sulla pelle umana, con il quale anche le persone più sensibili possono entrare in contatto diretto, anche in tempi prolungati. I materiali non hanno proprietà potenzialmente sensibilizzanti”.
La riconcia wet-white con SELLATAN® WL-G Liq richiede una notevole quantità di sintani sostitutivi, riconcianti polimerici e ingrassi che sono spesso di origine fossile. I prodotti chimici per la fase umida a base di biomassa rinnovabile possono aiutare a ridurre l'impatto ambientale della produzione di pelli metal-free e consentire la produzione di articoli con un alto profilo di sostenibilità. Ad esempio, MAGNOPAL® Pure A è un biopolimero filmogeno rispettoso dell'ambiente a base di biomassa vegetale. È prodotto con una chimica sostenibile e quindi privo di acrilati, formaldeide, fenolo e naftalene. Il contenuto rinnovabile delle sostanze attive in MAGNOPAL® Pure A raggiunge l'incredibile 93%.

CONCETTO PURE TEC

La pre-concia con SELLATAN® WL-G Liq è una tecnologia collaudata ed efficiente, praticabile per concerie dotate di macchinari standard. Il processo è affidabile, coerente ed economicamente fattibile. Non ci sono restrizioni all'uso di GA come agente conciante e, con una corretta lavorazione non c'è GA rilevabile nella pelle finale. Di conseguenza, la pelle priva di metallo prodotta in questo modo è un materiale delicato sulla pelle senza proprietà potenzialmente sensibilizzanti. Si tratta di una tecnologia versatile che consente al conciatore di produrre una gamma completa di articoli che non solo sono privi di metallo ma sono realizzati con prodotti sostenibili secondo il concetto TFL Pure Tec.

TFL Global Fashion Centre in Castelfranco di Sotto, Italy