Nonostante tutto un buon Congresso. Ospitato dall'Africa Leather and Leather Products Institute (ALLPI) in collaborazione con il Ministero dell'Industria etiope in un hotel di Addis Abeba, e collegato via zoom con i chimici conciari di tutto il mondo, il XXXVI IULTCS Congress è riuscito a superare le enormi difficoltà organizzative legate alla pandemia (ma anche alla guerra civile tuttora in corso nel paese africano) riuscendo a riunire in modalità ibrida 240 delegati da sei continenti.  Dal 3 al 5 novembre si sono potuti avvicendare al microfono, dalla sala congressi dello Skylight Hotel della capitale etiope o collegati da remoto, ben 38 relatori che hanno presentato oralmente le proprie ricerche sugli ultimi sviluppi tecnico-scientifici del settore conciario, mentre altre 78 relazioni “poster” venivano messe a disposizione dei delegati.
Intitolato "Greening the Leather Value Chain", ovvero rendere più verde la catena di fornitura, il Congresso dei Chimici del Cuoio è stato tutto incentrato sulla ricerca di una maggiore sostenibilità dell’industria conciaria. Nel corso della tre giorni tecnico-scientifica importanti scienziati, ricercatori ed esperti in vari campi hanno parlato diffusamente di tecnologie e prodotti chimici più green, di riduzione e valorizzazione degli scarti, di biodegradabilità e misurazione della Carbon Fooprint, di innovativi sistemi di trattamento dei reflui, di metodologie di analisi e di molto altro ancora.
Paziente (per qualche inevitabile difficoltà legata ai collegamenti da remoto) maestro di cerimonie il Prof. Mekonnen Hailemariam che ha sostituito il presidente del Congresso Mwinyikione Mwinyihija, indisposto ma collegato da remoto. A fare gli onori di casa è stato anche il presidente IULTCS Luis Zugno che ha avuto parole incoraggianti sul futuro del settore conciario che saprà vincere le grandi sfide che si trova ad affrontare proprio attraverso l’aiuto della scienza e della tecnologia.
La prestigiosa conferenza di apertura del Congresso, la Heidemann Lecture, è stata tenuta dal Professor Anthony Covington, autore di oltre 300 pubblicazioni tecniche. A margine del convegno è stato anche assegnato il premio IULTCS 2021 al merito per l'eccellenza nell'industria della pelle al Dr. Thirumalachari Ramasami, noto per i suoi significativi contributi alla chimica del cromo come scienziato e per la leadership nel settore della pelle indiana.
Al termine dei lavori, esprimendo grande soddisfazione per il bilancio finale dell’evento, che nonostante le premesse difficili è stato più che positivo grazie alla determinazione dell’organizzazione e all’impegno di tutti delegati, il presidente Luis Zugno ha dato appuntamento al 37° Congresso, già fissato a Chengdu, in Cina, per il 2023, e annunciato il suo successore, il vicepresidente Jean-Pierre Gualino che prenderà le redini di IULTCS dal 2022.

Un momento del XXXVI Congresso IULTCS ospitato nella sala congressi dello Skylight Hotel di Addis Abeba 
Antony Covington ha tenuto la Heidemann Lecture in collegamento da Northampton
Alcuni relatori  del Congresso IULTCS